Biscotti okara

150g di Okara 

160 g farina integrale tipo 1 

70-90 g olio semi 

80-90 g zucchero  

2 cucchiai di gocce di cioccolato 

2 cucchiai di uvetta  

buccia grattata d’arancia bio a piacere 

buccia grattata di limone bio a piacere 

un pizzico di sale 

1/3 di bustina di lievito per dolci (5g) 

infornare a 160° in forno caldo per 25/30 minuti 

Cous cous var3

x 2 pers

150 gr di ceci lessi 

5 pomodorini 

1/2 limone 

menta 

basilico 

olio di oliva extravergine 

sale 

pepe 

cuocere il cous cous + 2 cucchiai di succo di limone, sale e pepe, sgranare.

Aggiungere le erbe aromatiche e i pomodori tagliati a pezzetti, i ceci e mescolare.

A piacimento far raffreddare.

Cous cous base

(2 porzioni ca.) 

120g cous cous 

120g acqua 

1.5 cucchiai olio 

Mescolare cous cous con l’olio 

Far bollire l’acqua, salare e buttare tutto dentro, coprire per 2 min 

Aggiungere gli altri ingredienti, terminare la cottura per altri 3 min 

Far riposare per 10 min 

es. cipolla, curcuma, peperoncino, aglio, peperone, zucchina, carota, coriandolo 

Lenticchie

100g = 2 porzioni 

ammollare 4h o riscaldare con acqua in microonde e lasciar riposare finchè possibile

1 cipolla piccola o 1/2 soffriggere 

aglio 

aggiungere lenticchie e acqua/sfumare con vino 

aggiungere pomodoro / curcuma 

aggiungere kombu 

salare alla fine 

cuocere 30/40min (dipende dal tipo di lenticchia)

Riso

(1 porzione ca.) 

80g riso integrale 

2.5/3 volte volume di acqua 

portare a bollore, chiudere con coperchio e abbassare la fiamma, far cuocere per 30 min(dipende dal riso) 

a piacere prima del riso aggiungere e far appassire cipolla, chiodi di garofano, curcuma etc. 

Riso/tto con funghi porcini e miele

Per 2 persone: 

 50 gr di funghi porcini secchi 

200 gr di riso integrale 

½ cipolla 

½ bicchiere di vino bianco 

1.5 lt circa di brodo vegetale bollente 

2 cucchiai di olio evo 

Sale 

Prezzemolo fresco 

2 cucchiai di Miele 

Preparazione: 

Far rinvenire i funghi in acqua calda per 20/30 minuti (o seguire le indicazioni riportate sulla confezione). 

Tritare finemente la cipolla e farne rosolare circa metà a fuoco dolce in una padella con un po’ di olio, la restante servirà per i funghi. 

Aggiungere il riso e farlo tostare per un paio di minuti, poi sfumare con il vino bianco ed iniziare a versare un po’ di brodo alla volta, mescolando di tanto in tanto.  (risotto)

In alternativa cuocere il riso come di consueto a vapore.

A 3/4 di cottura del riso in una padella a parte far soffriggere per qualche minuto i funghi (precedentemente scolati e ben strizzati) con la restante cipolla messa da parte prima e un cucchiaio di olio. 

Trasferire i funghi assieme al riso, aggiustare di sale e terminare la cottura, aggiungendo altro brodo quando necessario.  (risotto)

A fuoco spento mantecare con prezzemolo tritato e parmigiano. Far riposare un minuto, condire con un cucchiaio di miele per ogni persona e servire subito. 

Routine giornaliera

Non sempre siamo in giro per il mondo a stravolgere le nostre abitudini e mettere alla prova i nostri limiti, talvolta potremmo ritrovarci semplicemente in un luogo che definiamo casa o nel quale ci sentiamo a casa.

Per necessità assieme a tutte le buone abitudini di condotta potremmo quindi dover ideare una routine che ci permetta di mantenere corpo e mente al meglio e ripristinare eventuali mancanze.

Una lista base che approfondirò in seguito delle varie fasi può essere la seguente:

  • Risveglio
  • Colazione
  • Attività
  • Pranzo
  • Attività
  • Svago
  • Cena
  • Rilassamento
  • Sonno

Dado

Base: 

Carota Cipolla Sedano <–parti uguali 

Aglio 

Prezzemolo 

Basilico 

Sale 

Personalizzazioni: 

Salvia 

Rosmarino 

Zucca  

Porro  

Zenzero 

Pomodoro 

Passare su estrattore, strizzare in seguito e raccogliere tutto il liquido 

Passare la parte liquida con colino e aggiungere eventuali residui a parte solida  

Pesare 1/3 del peso totale di sale, es. 100g di materia solida, 33 di sale. 

Impastare, strizzare e stendere su un colino, lasciare in frigo 2-3 ore 

Invasare/fare cubetti 

La parte liquida si congela e si usa all’occorrenza per aggiungere gusto 

Il dado si conserva senza problemi per circa 3+ mesi 

Create your website with WordPress.com
Get started