Risonanza

In natura esistono alcune leggi fisiche universali, come la conservazione dell’energia e l’attrazione gravitazionale, una di quelle su cui possiamo avere un minimo di controllo però è la risonanza o per chi preferisce un altro termine che viene recentemente utilizzato anche se non corretto, legge di attrazione.

Partendo dalle basi, per capire come funziona basta pensare nel campo della musica ai diapason, questi strumenti servono per accordare gli strumenti e vibrano ad una certa frequenza, le onde sonore si propagano nell’aria(mezzo di trasmissione) e se trovano un “aggancio” che corrisponde a quella frequenza come un altro diapason tarato uguale, questo per induzione inizia a vibrare, la stessa cosa accade, volendo aumentare il grado di tecnologia, con tutti i moderni strumenti, tv, cellulari, wifi, le antenne che possiedono sono tarate per captare certe esatte frequenze, tutte le altre non hanno effetto.

Le forme di vita senzienti, essendo composte anche da una componente energetica emettono vibrazioni secondo il loro stato attuale che vengono recepite da chi si trova sulla stessa frequenza, possiamo considerarci come delle ricetrasmittenti radio.

Come in terra così in cielo(e viceversa), con la nostra personalità più materiale possiamo influire su altri campi più “elevati” e riceverne le conseguenze; esempio pratico: viene organizzato un evento pubblico che attrae chi è interessato alla musica da discoteca, queste risuoneranno già con l’intenzione di ricevere piacere e quindi attrazione per la musica(meccanismo naturale) ed il sar infine lo farà riconoscere(volantini, media, social etc.) e ci andranno le persone per cui era destinato, paradossalmente se poi verrà messa della musica diversa come il liscio, queste se ne andranno perchè non lo percepiranno più come desiderabile.

Come possiamo sfruttare quindi questo fenomeno?

In maniera semplice, allineandoci a quello che vogliamo ottenere senza porre alcun blocco o limite(questa è la parte solitamente più difficile), possiamo partire dal livello più fisico cambiando le abitudini che influiranno di conseguenza sulla mente che influirà poi tramite le intenzioni, oppure partendo dall’alto col percorso contrario cioè formulando dei chiari obiettivi e visualizzandoli perfettamente, se riusciremo a viverli con costanza, questo andrà a cambiare compatibilmente coi tempi di realizzazione la parte mentale, per portarci a delle abitudini che infine ci porteranno a quanto richiesto.

Uno degli errori per cui ci si blocca è il pensare di voler definire in anticipo come avverrà un evento, questo limita di molto il campo di azione, il banale, classico esempio è attraverso i soldi che sono quasi sempre un effetto collaterale; se voglio una casa, è bene che pensi a quella, non a come lavorando 12 ore al giorno otterrò i soldi, perchè in questo caso escludo a priori tutte le altre possibilità, potrei vincerla, ricevere una donazione, giocare la schedina giusta, mille altri motivi che brucerei già in partenza, riducendo enormemente la possibilità che si realizzi.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Create your website with WordPress.com
Get started
%d bloggers like this: