Obiettivi

Premesso che vogliamo veramente raggiungerlo e che sia in linea con quello che dovremmo fare e quindi al riparo da eventuali autosabotaggi, ecco le carateristiche per formulare correttamente un obiettivo e poterlo seguirlo poi fino al raggiungimento.

1-preciso
senza farsi influenzare da nulla dobbiamo essere quanto più precisi possibile nello scriverlo, usando se necessario anche la multisensorialità, niente desideri generici come “voglio una macchina” ma piuttosto “voglio una lamborghini modello xx, di colore yy”

2-in positivo
il nostro cervello ha la funzione integrata di eliminare le negazioni, se dico “non voglio x” in realtà capisce “voglio x” (se non ci credi prova a non pensare al classico elefante rosa e poi dimmi cosa ti è venuto in mente per primo), dobbiamo comunque avvicinarci a qualcosa, non allontanarci, altrimenti non si tratta di un obiettivo concreto

3-controllabile e verificabile
l’obiettivo deve essere sotto il mio controllo
in qualunque momento devo essere in grado di verificare a che punto sono(completamento)
devo poter essere in grado di verificare in che direzione sto andando(divergenza)
potrebbe essere utile definire i vari stadi/passaggi intermedi da seguire

4-orientato su se stessi
etica a parte, possiamo anche pensare di manipolare altre persone eventi o entità ma questo non è praticamente mai conveniente come resa

5-ecologia
come anticipato nella premessa, deve rispettare il nostro ambiente(principalmente mentale) formato da eventuali credenze, valori etc. se un obiettivo non lo sentiamo veramente nostro, difficilmente lo raggiungeremo perchè mancherà questa forza di volontà inconscia che è alla base come fluso oppure sarà ostacolato da noi stessi

6-vividamente vissuto
dobbiamo riuscire ad immaginarlo già completato, con tutti i particolari ed i sensi necessari, in questo modo otteniamo il punto finale e ci “accordiamo” sulla vibrazione finale che dobbiamo avere, automaticamente saremo assistiti nei vari dettagli dalla nostra mente

A questo punto occorre ovviamente iniziare a seguire quanto definito, con una prima spinta di volontà, potendo monitorare l’avanzamento si può sempre ritrovare la motivazione e rivedendo l’obiettivo correggere eventuali sbandamenti.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Create your website with WordPress.com
Get started
%d bloggers like this: